SPEDIZIONE GRATUITA IN  ITALIA
Per acquisti superiori a 49.00 euro
 
POSSIBILITA' DI RESO IN 90 GIORNI
Acquista in sicurezza e senza pensieri
 
OLTRE 1000 PRODOTTI A MAGAZZINO
Più di1000 prodotti in pronta consegna 

Come Lavare il cotone

Published : 03/05/2016 11:22:01
Categories : MATERIALI e GLOSSARIO

Il cotone è una fonte di tessuto comune per gli asciugamani, lenzuola e  biancheria.

 La durata e la versatilità del cotone lo rende una scelta primariaper molti indumenti ed altri articoli in tessutoutilizzati in casa. Ma prima di eseguire il lavaggio di un capo in cotone, è necessario seguire le dovute indicazioni, come quelle riportate sull'etichetta. Onde evitare che il cotone possa ritirarsi e restringersi, è meglio lavarlo a mano. Questo non è pratico per la maggior parte delle donne, ma ne vale decisamente la pena. Vediamo allora come lavare il cotone.

Se si dispone di un capo soggetto a restringimento, è necessario trattarlo proprio come un capo speciale e quindi forzatamente lavarlo a mano. Il lavaggio va fatto in acqua fredda, possibilmente senza particolari detergenti e va asciugato in ambienti non troppo soleggiati poiché il calore tende a restringerlo in fase di asciugatura. Se il cotone è particolarmente sporco e necessita di un lavaggio con prodotti smacchianti, è consigliabile trattare soltanto i punti macchiati utilizzando dell’acqua ossigenata o dell’aceto.

Un altro rimedio per evitare che il cotone possa restringersi è lavarlo in acqua fredda utilizzando il borotalco come prodotto sgrassante per le macchie ostinate; in questo modo si otterrà una crema non appena viene diluito in acqua. L’applicazione avviene direttamente sul capo, strofinandolo e lasciando la sostanza cremosa in posa per almeno un paio d’ore, dopodiché procedere al risciacquo e all'asciugatura all'interno della casa.

Può sembrare una cosa facile mantenere belli e splendenti i nostri capi in cotone, lavaggio dopo lavaggio. E difatti non è un’impresa ardua, basta seguire pochi ma preziosi consigli per non incorrere in brutte sorprese, tipo colori stinti e capi improvvisamente ristretti. Una regola generale è quella di separare gli indumenti da lavare in base al colore e di seguire attentamente le indicazioni sull’etichetta.

Il lavaggio perfetto

Prima regola d’oro: i capi di cotone vanno, o meglio, andrebbero lavati sempre a mano proprio per evitare che le fibre si restringano nella fase del lavaggio e dell’asciugatura. Certo, non proprio una notizia piacevole per chi, come oggi spesso accade, ha poco tempo a disposizione per i lavori di casa, ma tant’è se non vogliamo ritrovarci con magliette e canottiere improvvisamente di taglia XXS. Lavare a mano, dunque, e in acqua fredda, senza usare saponi particolari e steso in un luogo non eccessivamente soleggiato. Se ci troviamo di fronte a uno sporco veramente sporco allora usiamo pure dei prodotti smacchianti, magari trattando soltanto i punti macchiati, anche usando la comune acqua ossigenata oppure l’aceto. Altro trucchetto per evitare che l’indumento in cotone si restringa consiste nel lavarlo in acqua fredda usando come sgrassante il borotalco che formerà una sorta di crema molto utile nel quale il capo deve restare in ammollo per un paio d’ore. Poi risciacquiamo abbondantemente e facciamo asciugare in casa. Quando dobbiamo lavare capi non d’abbigliamento, tipo lenzuola e simili, possiamo usare anche prodotti diversi visto che in questo caso l’eventuale restringimento non ne pregiudicherà l’utilizzo.

Lavaggio in lavatrice

Le moderne lavatrici sono dotate di programmi di lavaggio delicato che trattano come si deve anche i capi di cotone, l’importante è lavarli a una temperatura massima di 30°, con risciacquo breve e centrifuga ridotta allo stretto necessario. Per gli indumenti più delicati, per esempio biancheria intima, alcuni consigliano di lavarli al rovescio e all’’interno di un apposito sacchetto specifico per i lavaggi in lavatrice. Si consiglia di usare detersivo liquido, ovviamente delicato, e l’ammorbidente.

Share this content

You must be register

Clic here to register

Add a comment